CINQUE PERSONAGGI CHE POTRESTI INCONTRARE IN GIRO IN SELLA AD UNA MOTO


Ognuno di noi ha un approccio tutto personale (e a volte particolare) alla sua moto. C'è chi la usa tutto l'anno e chi solo d'estate, chi ama godersi il panorama e chi vuole sentire il brivido della velocità. Ogni giorno sulla strada incontriamo una varietà infinita di tipi di motociclisti, con alcuni condividiamo chilometri e amicizia, ad altri vorremmo solo strappare la patente!

Scopriamo allora quali sono i principali tipi di motociclista, suddividendo i bikers (non troppo seriamente) per tipo di approccio alla moto e alla strada.


IL PISTAIOLO


Il pistaiolo è quel motociclista che cerca il cordolo ad ogni curva, anche alla rotonda sotto casa. Per lui ogni angolo del mondo è un circuito e - a volte anche in maniera incosciente - cerca di battere il cronometro anche quando esce di casa per andare a comprare le sigarette.

È il tipo di motociclista più odiato da automobilisti e ciclisti, che spesso lo ricoprono di epiteti non troppo gentili. Ma lui, incurante di tutto, continua a sfrecciare nel traffico e su e giù dai passi di montagna, come se non ci fosse un domani.

Segni particolari:

  • il suo film preferito è Fast&Furious
  • se gli parlate di scooter vi guarda con una faccia tra il perplesso e il disgustato
  • lo riconoscete subito, basta guardargli le ginocchia


IL TURISTA


Il turista è quel motociclista che prende la vita su due ruote con calma, si gode il tragitto e tutto quello che ne consegue. Quando esce in moto, per lui l'importante non è la destinazione o la velocità, ma il viaggio. Puoi vederlo sulla sua moto, viaggiare a velocità di crociera e guardarsi attorno come un bimbo che scopre il mondo per la prima volta.

Ad ogni manciata di chilometri fa una sosta, che sia per fare una foto al panorama o sedersi a tavola e spazzolarsi un piatto tipico nella trattoria del paese.

Segni particolari:

  • non esce mai di casa senza bauletti, altrimenti dove mette i prodotti artigianali che acquista in viaggio?
  • è sempre accompagnato da altri moto-turisti, perché a mangiare da soli non c'è gusto
  • spende più in trattorie e negozi di souvenir che in benzina e manutenzione della moto


IL CAFÈ RACER


Giacca di pelle, foulard al collo e stivaletti all’ultima tendenza. Per il vanitoso la moto non è un mezzo di trasporto o una compagna di vita, bensì un accessorio di moda particolarmente costoso. Spesso questa tipologia di motociclista sceglie una due ruote solo in base a quanto sembra vecchia…ops, vintage!

Sembra sia incapace di uscire dalle mura cittadine e che l’unico tragitto possibile per la sua moto sia casa-bar-casa. Non partecipa ai raduni e ai festival, non sa come manutenere la sua moto e se gli parli di Marquez o Lorenzo ti chiede se sono due giocatori del Barcellona.

Segni particolari:

  • spende più di abbigliamento motociclistico retrò che per la moto stessa
  • conosce solo Triumph, Moto Guzzi e Royal Enfield
  • se guardi bene, sotto la giacca di pelle finto-consumata, potresti trovare un tatuaggio con la scritta “In Boneville We Trust”


IL SUPERTECNOLOGICO


Casco ventilato con interfono bluetooth, navigatore GPS, guanti riscaldati, action cam e chi più ne ha più ne metta. A vederlo, il motociclista supertecnologico, sembra un extraterrestre proveniente da un pianeta lontano e tecnologicamente avanzato.

Possiede ogni singolo accessorio “smart” utilizzabile sulle due ruote, è sempre connesso e la sua moto sembra un’astronave superaccessoriata. Più che un motociclista pare un coltellino svizzero in moto. Questa tipologia di motociclista è la migliore con cui fare lunghi viaggi, soprattutto se prevedete di perdevi nel bel mezzo della Foresta Amazzonica!

Segni particolari:

  • è il più “luminoso” tra i motociclisti, per via di tutti i gadget tecnologici e le loro lucine
  • non sa come è fatta una mappa cartacea e senza il suo GPS si perderebbe anche nel garage
  • ha un canale Youtube e un archivio videografico da far impallidire la Rai


IL DURO


Bandana in testa, tatuaggi fino al collo e giacca smanicata con le toppe del suo Motorcycle Club (o di qualsiasi altra cosa che sembri dura e cattiva). Va in giro solo con moto Custom, più alto è il manubrio e più grande è la sua soddisfazione. Nessuno l’ha mai visto sorridere, anche perché ha sempre gli occhiali da sole e un boccale di birra a coprirgli il viso.

Sembra essere appena uscito da una puntata di Sons of Anarchy o da una canzone degli Steppenwolf, ma in realtà durante la settimana lo trovi in ufficio in camicia e cravatta a fare fotocopie mentre sogna le grandi distese americane in sella alla 883.

Segni particolari:

  • ha uno sguardo così truce che fa arrossire i semafori
  • il suo motore romba così forte da far alzare la sbarra al casello, senza Telepass
  • con l’equivalente in benzina della birra che beve, potrebbe fare il giro del mondo in moto (2 volte)

• • •


Ovviamente i personaggi descritti in questo post sono stati volutamente esagerati, abbiamo creato delle caricature dei motociclisti che vediamo tutti i giorni in giro. Ciò non toglie che ognuno di noi abbia uno stile diverso, sia nell’approccio con la strada che con tutto il mondo delle due ruote.

Allora, tu che tipo di motociclista sei?

LEGGI I NOSTRI ULTIMI POST