I NOSTRI CONSIGLI SU COME CEDERE LA TUA MOTOCICLETTA E TRARRE IL MASSIMO GUADAGNO


Arriva un momento, nella vita di un biker, in cui bisogna prendere una decisione difficilissima. Le nostre amate due ruote, nonostante le nostre mille attenzioni e le coccole, non durano per sempre.

I modelli nuovi sono sempre più sicuri, più accattivanti, più performanti. Allora capita che, anche se a malincuore, siamo costretti a dire addio alla nostra amata moto, dopo tanti chilometri macinati insieme e tante avventure on the road.

Ma anche l'addio è un momento importante, per questo motivo vendere una moto usata non è una cosa che si improvvisa. Ci sono regole e consigli che, se rispettati, ci possono aiutare a guadagnare il massimo dalla vendita.


CONCESSIONARIO O FAI DA TE?

La prima scelta che ti trovi ad affrontare è: la vendo direttamente io o lascio fare il lavoro sporco ad un concessionario? Ognuna delle due scelte ha ovviamente dei pro e dei contro.

Vendere direttamente la tua moto ti permetterà di risparmiare i soldi della commissione per il concessionario. Allo stesso tempo, però, fare tutto per conto tuo potrebbe farti perdere tanto tempo e incorrere in brutte sorprese dettate dall'inesperienza (non siamo tutti venditori professionisti!).

Affidarti ad uno specialista dell'usato ti farà guadagnare tempo e ti permetterà - probabilmente - di raggiungere un prezzo più alto. In questo caso però, dovrai ovviamente pagare il venditore, rispettare le sue tempistiche e lasciare che sia lui a condurre la trattativa.

Molti motociclisti, proprio in virtù del grande legame che hanno instaurato con la propria due ruote, non accetterebbero mai di lasciarla vendere ad uno sconosciuto, rischiando di darla al primo che capita. Sono tanti quelli che, anche dovendosi separare dalla compagna di tante avventure, voglio essere certi che la seconda vita della loro moto sia con una persona rispettosa e coscienziosa.

D'altronde, dopo tanti chilometri insieme, la nostra moto merita un po' di riguardo!


LA PREPARAZIONE

Diamo per scontato che voglia vendere per conto tuo la moto, per poter gestire la compra-vendita ed essere sicuro di chi la guiderà dopo di te.

Prima di pensare a come e dove pubblicare un annuncio di vendita, bisogna preparare la tua dolce metà, per far modo che sia attraente agli occhi dei possibili acquirenti.

Il primo passo è la manutenzione: nessuno acquisterebbe una moto sgangherata e che fa fatica a camminare (a meno che tu non voglia svenderla). Quindi assicurati che tutto funzioni come si deve, che i pneumatici non siano lisci e che non ci siano malfunzionamenti importanti.

Dopodiché, puoi passare alla pulizia. Lavare la moto è di fondamentale importanza in vista di una vendita. Una moto pulita è più allettante e sembra anche più nuova rispetto ad una sporca.

Agli occhi dei possibili acquirenti, il luccichio della carenatura sarà un richiamo irresistibile!


L'ANNUNCIO


Una volta preparata al meglio, la tua futura ex-moto è pronta per uno shooting fotografico e per finire su un portale di annunci. Il mezzo più potente per vendere auto e moto è sicuramente il web, ma anche i volantini servono a qualcosa a volte.

In entrambi i casi, ti serviranno:
- delle foto di alta qualità, che ritraggano la moto da diverse angolature, sia in maniera integrale sia concentrate sui dettagli
- delle foto dei difetti, che è meglio mettere in chiaro da subito, per correttezza nei confronti degli acquirenti
- una descrizione approfondita della moto, del suo stato, delle problematiche (se ce ne sono) e delle potenzialità (che devono essere messe ben in vista)
- i dettagli tecnici come marca, anno, cilindrata, chilometri, allestimento, scadenza revisione e tutte le informazioni che ti sembrano rilevanti

Un consiglio disinteressato riguardo all’annuncio, vogliamo dartelo: sii sincero, se la tua moto ha qualche difetto, dillo chiaramente nell’annuncio; se i difetti dovessero essere scoperti in un secondo momento, perderesti di credibilità tu e di valore la moto.

Per quanto riguarda il prezzo? Beh, decidere che valore dare alla tua moto non è così facile. Ovviamente hai tanti ricordi e quindi il tuo valore affettivo è altissimo. Ma purtroppo non sempre questo valore affettivo va di pari passo a quello di mercato.

Cerca nei siti e nelle riviste specializzate qual è il valore medio che viene attribuito al modello che vuoi vendere. Se negli anni hai trattato bene la tua moto – e per la vendita l’hai rimessa a lucido come si deve – puoi anche provare ad alzare un po’ il prezzo.


LA VENDITA

La parte più difficile è forse l’incontro col possibile acquirente. In questi casi, puoi trovarti di fronte ad una serie incredibile di personaggi:

  • quello super esperto, che ti fa mille domande sul funzionamento e lo stato della motocicletta

  • quello super principiante, che acquista per la prima volta una moto

  • quello puntiglioso e furbetto, che cerca di tirare sul prezzo anche solo se trova un po’ di polvere sul parabrezza

  • quello frettoloso, che cerca di chiudere il prima possibile l’affare e andare via in sella alla tua “vecchia fiamma”

A prescindere da chi ti trovi davanti, ci sono alcuni consigli che sentiamo di darti, per fare in modo che la vendita non sia un incubo infinito:

  • parti da casa col presupposto che potresti tornare senza la tua amata moto (:()

  • non prendere appuntamenti dopo l’incontro, potrebbe volerci più di quello che credi

  • prenditi tutto il tempo che ti serve per valutare l’offerta e concedi all’acquirente tutto il tempo che gli serve per valutare la motocicletta

  • se l’acquirente ha una patente valida, proponigli di fare una prova, questo ti farà guadagnare tanti punti

  • non essere troppo rigido sul prezzo, ma mai e poi mai svalutare la tua moto (te ne pentiresti!)

Per il resto, non ti rimane che sperare che la tua vecchia amica finisca in buone mani e che venga rispettata e amata come per anni avevi fatto tu. E se un giorno dovessi sentirne la mancanza, potrai sempre consolarti con la tua nuova fiamma ;)

LEGGI I NOSTRI ULTIMI POST