Il mercato delle due ruote sta diventando sempre più competitivo negli ultimi anni, i motociclisti si sono fatti più esigenti e le case produttrici si stanno impegnando per rispettare queste necessità.

In cima alla lista dei bisogni dei riders c’è sicuramente la volontà di sentirsi al sicuro vestendo abbigliamento e protezioni affidabili. Fortunatamente, sono sempre meno i motociclisti che affrontano la strada sprovvisti di sistemi di protezione o un abbigliamento adeguato.

Oltre alla sicurezza, chi va in moto tutto l’anno hanno un altro grande bisogno: ripararsi da pioggia, vento e freddo nei mesi più rigidi dell’anno. Anche in questo caso le aziende si stanno facendo in quattro per realizzare vestiario tecnico che protegga sia da incidenti che dagli agenti atmosferici.

In questo senso si è mossa Alpinestars nel realizzare la sua nuova giaccia Andes Pro Drystar, discendente ideale della Andes Drystar V2.

Vediamo le caratteristiche di questa giaccia da strada, le differenze con il modello precedente e chi dovrebbe sceglierla per il proprio guardaroba.

Resistenza ed impermeabilizzazione

La realizzazione tecnicamente all’avanguardia della nuova giacca di casa Alpinestars offre resistenza ed impermeabilizzazione in ogni condizione di guida. La resistenza alle abrasioni è stata perfezionata grazie ad uno strato di polimero protettivo nelle aree del gomito e del braccio inferiore.

Non mancano ovviamente le protezioni a gomito e spalla, in questo caso certificate CE e facilmente rimovibili.

Come per il modello precedente (la giacca Andes v2), è stato implementato il sistema Drystar per garantire impermeabilità e massima traspirazione. Questo sistema permette all’aria di entrare attraverso delle prese anteriore e posteriori. Ovviamente si può scegliere di tenere prese aperte (per le giornate più calde) o chiuse (per sfruttare al massimo l’isolamento termico d’inverno).

La traspirabilità e la possibilità di rimuovere l’interno termico rendono questa giacca una 4 stagioni a tutti gli effetti.

Comfort e dettagli

Oltre a proteggerci dalle cadute e dal clima, una giacca touring deve essere comoda e piacevole da indossare anche nei lunghi tragitti. Alpinestars ha pensato alle maniche pre-sagomate con pannelli elastici, per garantire una forma a fisarmonica che migliora la comodità e la vestibilità di questo capo d’abbigliamento.

In questo la guida è più agevole e la giacca si adatta meglio ai movimenti del motociclista.

La cintura per la regolazione sul girovita permette di personalizzare la calzata della giacca, per sentirla più avvolgente e compatta sui fianchi.

Parlavamo di viaggi lunghi poco fa: il colletto con bordo morbido, realizzato in mesh 3D, garantisce una elevata comodità anche per chi guida tante ore di seguito.

Tante altri piccoli (ma utili) dettagli sono stati inseriti per arricchire l’esperienza di guida con la giacca Andes Pro Drystar:

  • tasche interne impermeabilizzate
  • tasche esterne con cerniera facilmente utilizzabili
  • tasca per il portafogli
  • spaziosa tasca portaoggetti inserita nella parte bassa della schiena
  • tasche cargo sul davanti, con chiusura sicura, anche queste impermeabilizzate
  • dettagli visuali e grafiche riflettenti per aumentare la visibilità della giacca in condizioni di poca luce

La tasca posteriore può contenere anche la fodera termica della giacca, il che è molto comodo, perché durante un lungo viaggio si incontrano diverse temperature e condizioni atmosferiche.

Tech Air

Con questa giacca Alpinestars ha fatto un vero passo in avanti nella sicurezza, rendendola compatibile con l’innovativo sistema di sicurezza Tech-Air, l’airbag progettato e realizzato proprio dall’azienda trevigiana.

Il sistema Tech-Air può essere acquistato separatamente, si monta in un attimo e non richiede nessun sensore esterno da installare. Sono stati inseriti dei ganci di chiusura ad anello e uno spazio dedicato al cavo per l’airbag.

Nel caso in cui il Tech-Air rilevi un urto, si attiva in maniera automatica, dotando il motociclista di una protezione impareggiabile rispetto ai più tradizionali sistemi protettivi per la schiena. La protezione si estende appunto alla schiena, il torace, le spalle e la zona dei reni.

Attraverso un intuitivo display a led posto sul manicotto, è possibile monitorare lo stato dell’airbag. I sensori sono incorporati nelle spalle, così da non dover installare altri sensori esterni.

L'unità di controllo si trova invece nel petto ed è sigillata, per funzionare in qualsiasi condizione meteo, dai -10 ai +50 gradi centigradi.

Una batteria agli ioni di litio alimenta il sistema e dura fino a 25 ore di attività, mentre si mette in standby quando il motociclista non è in movimento. 

Conclusioni

In conclusione la Andes Pro Drystar è una giacca versatile e perfetta per le 4 stagioni. I suoi punti di forza sono sicuramente la traspirazione e l'impermeabilità. Le protezioni e i materiali di qualità la rendono un capo d'abbigliamento sicuro, mentre la predisposizione per il Tech-Air permette di soddisfare anche i motociclisti più esigenti in termini di sicurezza.

 2
  • Prezzo scontato / -5%
  • Nuovo
Disponibile
475,00 € 499,95 €
Novità della collezione 2019 è la Andes Pro Drystar® Tech-Air® Compatible Si tratta della rivisitazione della omonima Giacca Andes, una giacca due strati invernale, impermeabile dotata di termico staccabile e compatibile con l'airbag stradale. Ne apprezzerai la versatilità, confort ed il sistema di ventilazione diretto!