GLI SCOOTER PREFERITI DALLA NOSTRA REDAZIONE PER SPOSTARSI CON AGILITÀ NEL TRAFFICO

Se vivi in una città dalle medie-grandi dimensioni, il traffico potrebbe rappresentare uno dei problemi più frustranti della tua quotidianità. Nessuno vuole cominciare la propria giornata imbottigliato nel traffico. Nessuno vuole uscire da lavoro per poi incolonnarsi dietro ad altre centinaia di macchine.

Per nostra fortuna, la soluzione è più facile di quanto si pensi: uno scooter! Spesso preferiti alle moto perché più agili e facili da guidare, gli scooter negli ultimi anni sono diventati sempre più amati dagli abitanti delle città trafficate.

Una volta erano considerati motocicli utili solo ad adolescenti per andare a scuola e andare in giro coi propri amici. Oggigiorno sono diventati dei mezzi di trasporto irrinunciabili per chi è costretto ad attraversare la città per andare in ufficio ogni giorno.

Esistono ormai decine e decine di modelli, cilindrate e allestimenti. Case produttrici come Yamaha, Piaggio e Honda sono leader di un mercato che conta tantissimi esemplari, pronti ad incontrare le esigenze di ogni tipo di scooterista.

Sono proprio di queste tre aziende, i due ruote che secondo noi rappresentano il meglio del panorama attuale, per performance e rapporti qualità-prezzo. Scopriamo insieme i 3 migliori modelli!


HONDA SH 300i


Non potevamo che partire da quello che ormai è un classico della categoria, l’Honda SH 300i. Oltre ad essere tra i nostri modelli preferiti, il prodotto della casa nipponica è anche il più venduto attualmente, con più di 8000 esemplari in circolazione in Italia.

Se è leader della sua categoria, un motivo ci sarà. Partire da un livello così alto e fare di meglio, era una grande sfida per gli ingegneri giapponesi, che però non hanno deluso.

Come in ogni SH, l’ergonomia è un punto fondamentale del modello: tra la sella e la pedana c’è spazio sufficiente per concedere una seduta comoda anche alle persone più alte, senza essere costretti a rannicchiarsi. La posizione di guida è molto comoda e dà la possibilità di “gestire le manovre” con molta semplicità.

Ovviamente parliamo di uno scooter, non di una moto da pista, ma la spinta del monocilindrico da 279cc toglie più di qualche soddisfazione e l’Honda SH si lascia guidare piacevolmente anche nelle curve un po’ più aggressive.

Anche la guida in autostrada e tangenziale è ottimale, grazie al parabrezza ben progettato e all’assetto aerodinamico della parte anteriore dello scooter. Nello sviluppare l’Honda SH 300i, si è pensato anche ai passeggeri, dedicando a loro una sella ampia e comoda e un appoggio al bauletto per tenere la schiena dritta.

In conclusione, l’Honda SH 300i resta tra i migliori modelli dello scenario, grazie alla facilità di guida e alla soddisfazione che ne consegue. Andare in ufficio tutte le mattine, con uno scooter così, potrebbe quasi diventare piacevole!


Le caratteristiche tecniche dell’Honda SH 300i

  • peso di 169 kg
  • altezza della sella di 80,5 cm
  • il serbatoio da 9 litri
  • prestazioni di 33,3 km con un litro
  • motore 279 a quattro valvole raffreddato a liquido
  • 25 CV di potenza
  • 26 Nm di coppia massima
  • dispositivo ABS
  • freni a disco anteriori e posteriori
  • ruota anteriore 110/70-R16
  • ruota posteriore 130/70-R16
  • 5540€ franco concessionario


PIAGGIO BEVERLY 300 ABS



Passiamo ad un altro fuoriclasse degli scooter, che da anni è un valido antagonista dell’Honda SH. Stiamo ovviamente parlando dell’italiano Piaggio Beverly 300.

Piaggio è da sempre sinonimo di grande qualità quando si parla di due ruote, a dimostrarlo c’è una sfilza di Gilera, Aprilia, Moto Guzzi e ovviamente Vespa in giro per l’Europa.

Punto d'orgoglio di questo modello è la sicurezza: due freni a disco da 300 mm e 24 mm - con pinze flottanti a doppio pistoncino - gestite da un avanzato ABS. Ma c'è di più: il sistema ASR (controllo di trazione) che riduce la spinta del motore in caso in cui la ruota motrice slitti. Un grande aiuto alla stabilità dello scooter.

I designer di Piaggio si sono impegnati a fare in modo che, oltre ad esser sicuro, il Beverly 300 fosse anche bello da vedere. E possiamo dire che ci sono riusciti alla grande, prevedendo una serie di dettagli e inserti eleganti. La sella marrone con doppie cuciture e le finiture pigmentate danno un tocco di stile a questo modello.

La comparazione con la concorrenza giapponese è sempre in agguato. In molti si chiedono: meglio l’Honda SH o il Beverly? È un po’ come dire “Beatles” o “Rolling Stones”?

L’Honda è più sportivo, scattante, agile nel traffico. Il Piaggio è più solido e stabile alle alte velocità, nonché esteticamente (ma questo è soggettivo) più attraente. Quindi, siamo di fronte a due top di gamma di altissimo livello, e la scelta non può che essere presa in base alle necessità e allo stile di guida dello scooterista.


Le caratteristiche tecniche del Piaggio Beverly 300i

  • peso di 165 kg
  • altezza della sella di 79 cm
  • il serbatoio da 12,5 litri
  • motore 278 a quattro valvole raffreddato a liquido
  • 22,2 CV di potenza
  • 23 Nm di coppia massima
  • dispositivo ABS
  • freni a disco anteriori e posteriori
  • ruota anteriore 110/70-R16
  • ruota posteriore 140/70-R16
  • 4490€ franco concessionario


YAMAHA XMAX 300



Arriviamo ora al più sportivo tra gli scooter di questa categoria: lo Yamaha XMAX 300. Un design grintoso e un aspetto “cattivo” che da sempre attira gli scooteristi con il pallino per le moto.

Il look muscoloso, i fari full led, la forcella di impronta motociclistica, ruota anteriore da 15” e posteriore da 14”…Yamaha XMAX 300 è sinonimo di scooter sportivo, pensato per chi apprezza una guida decisa e scattante nel traffico.

L’azienda di Iwata non voleva essere da meno in fatto di sicurezza, quindi ha dotato il suo gioiello di un controllo elettronico di trazione (TCS), in modo da assicurare più aderenza e stabilità su fondi bagnati e poco aderenti. Anche qui, troviamo l’ABS di serie.

La forcella di tipo motociclistico di cui parlavamo prima è tra i fattori che rendono lo Yamaha XMAX 300 il più divertente da guidare nella sua categoria, con una precisione nelle curve e una stabilita invidiabili.

Quando si parla di scooter, i consumi non possono passare in secondo piano, dato che si tratta di mezzi di traporto quotidiani che molti adoperano per andare a lavoro. Per questo motivo, i progettisti Yamaha hanno lavorato duro per ridurre le perdite di potenza e ottimizzare la combustione del carburante.


Le caratteristiche tecniche dello Yamaha XMAX 300
 

  • peso di 179 kg
  • altezza della sella di 79 cm
  • il serbatoio da 13,2 litri
  • motore 292 a quattro valvole raffreddato a liquido
  • 28 CV di potenza
  • 29 Nm di coppia massima
  • dispositivo ABS
  • freni a disco anteriori e posteriori
  • ruota anteriore 120/70-15”
  • ruota posteriore 140/70-14”
  • 6190€ franco concessionario


CONCLUSIONI

I tre scooter presi in considerazione sono tutti degli ottimi prodotti, ma molto diversi tra loro. Chi si trova ad acquistare uno scooter nel 2019 ha solo l’imbarazzo della scelta. Una scelta che dovrà prendere basandosi principalmente sulle proprie necessità e sul proprio stile.

Chi vuole uno scooter scattante e divertente da guidare, sarà più orientato verso un Yamaha XMAX 300. Chi mette al primo posto l’agilità e il comfort di guida, punterà su un Honda SH 300. Chi non sa rinunciare all’estetica ed è particolarmente attento alla sicurezza, sceglierà invece il Piaggio Beverly 300.

E ora tocca a voi. Qual è secondo voi il miglior scooter in circolazione? Fatecelo sapere sulla nostra pagina Facebook!

LEGGI I NOSTRI ULTIMI POST