Giacche per moto estive: 3 consigli prima della scelta

Giacche per moto estive

Date le molte richieste e i molti dubbi riguardo il vestiario per la stagione estiva, questa settimana abbiamo pensato di rispondere ad una domanda davvero interessante: quale abbigliamento usare per l’estate?

Siamo pronti a scommettere che sei andato almeno una volta in moto sbracciato e in pantaloncini.. se vai in scooter, probabilmente anche in infradito! In realtà, non potendo prevedere i rischi sull’asfalto, è bene fare sempre il possibile per migliorare quella che viene definita come sicurezza passiva, ovvero “attenuazione delle conseguenze post-incidente”.*

Per fare questo, le precauzioni concernono l’utilizzo di protezioni ed abbigliamento adeguato anche in estate. In particolare ti voglio spiegare perchè ma soprattutto come scegliere la tua giacca estiva.

Consigli importanti: cosa valutare per la scelta

Prima di buttarti nella scelta del tuo giubotto estivo, prendi in considerazione 3 fattori molto importanti:

1) le situazioni di utilizzo;

2) le protezioni certificate;

3) i materiali.

Quando userai la giacca?

Visto che è estate, hai paradossalmente molte più scelte rispetto a quelle che potresti avere in inverno.

Infatti, esistono sia giacche estive vere e proprie, studiate appositamente per climi temperati o stagione calda, che giacche invernali, ma a più strati sfoderabili tra loro.

Questo dettaglio rende le giacche dei capi adatti un po’ a tutte le stagioni e, spesso, migliori a livello di tessuto (dopo vi spiegherò perché!). Una delle cose di cui ti consiglio di sincerarti, è la presenza di una membrana interna anti-acqua o del trattamento in superficie per rendere il capo waterproof.

E ancora: scegli una giacca che abbia prese d’aria, sia anteriori che posteriori, e meglio ancora se dotata all’interno di una maglia in rete, che eviti il contatto diretto tra pelle e tessuto, spesso sintetico.

Non disdegnare neanche l’idea di indossare una maglietta appositamente studiata per lo sport, da tenere a contatto con la pelle.

Non solo confort: la tua giacca ti protegge?

Arriviamo al nocciolo della questione. Quello di cui hai veramente bisogno, ai fini della sicurezza, è questo: saper riconoscere una giacca con protezioni integrate (o integrabili, eventualmente) omologata per gli urti.

Ormai, tutti i costruttori dicono di avere ottime protezioni, ma è davvero così? Una giacca estiva con protezioni omologate deve riportare il codice EN 1621-1:2012, che garantisce uno standard accettabile.

giacche-moto-estive-consigli

Ovviamente come tutti gli standard, anche questo ha un range di valori entro i quali deve rientrare. Questo significa che ci saranno protezioni con la stessa omologazione ma con performance differente.

Senza entrare nel merito della questione e fare “favoritismi” nei confronti di un marchio rispetto ad un altro tieni a mente che, se sono omologate, hai già tra le mani una buona giacca.

Materiali anti-abrasioni

Se si parla di escoriazioni la trama si infittisce. Perché, a tutti gli effetti, è proprio questa che fa la differenza: la trama del materiale.

Se ne sentono in continuazione di cotte e di crude: da un lato i “pro-pelle” e dall’altro i “pro-sintetico”. Poi ovviamente per i primi, meglio di vacca che canguro, mentre il sintetico apre due nuovi orizzonti e cioè quelli dei POLI: poliammide e poliestere.

giacche-moto-estive

Giacche estive in pelle

Partiamo dalle giacche estive in pelle.

Quasi sempre, la più utilizzata è proprio quella bovina, molto resiste alle abrasioni, discretamente morbida ma non quanto quella di canguro, spesso utilizzata per la realizzazione delle tute.

Si sente dire a volte che i capi in pelle siano meno resistenti nelle cuciture per via della deformabilità naturale del materiale utilizzato, ma al momento non siamo ancora riusciti ad avere dati certi che dimostrino non sia una sola voce di corridoio.

Sicuramente molto belle e più resistenti alle abrasioni di quelle sintetici, le giacche in pelle hanno però la pecca del costo elevato e, in parte, della comodità che viene meno, essendo leggermente più rigidi (alcuni risolvono questo problema munendosi di capi in pelle traforata).

Giacche estive in tessuto sintetico

La grande famiglia dei tessuti sintetici utilizza prevalentemente quelli in poliammide e in poliestere.

giacche-moto-estive-sintetiche

Le caratteristiche principali che differenziano questi due materiali sono:

– il prezzo;

– la resistenza all’abrasione da impatto (secondo la normativa UNI EN 13595-2);

– la velocità di asciugatura.

Per quanto riguarda le giacche prodotte utilizzando tessuto in poliestere, il prezzo spesso è inferiore rispetto agli altri, come anche la resistenza alle abrasioni. Di contro, sono senz’altro più rapide nell’asciugarsi e più leggere.

Per darti un’idea più ampia delle giacche in poliammide, cito un materiale di cui avrai sicuramente sentito parlare almeno una volta nella vita, che fa parte di questa categoria: la cordura ®.

Questo è un particolare tipo di poliammide, creato in origine a scopi militari e poi reso disponibile al grande pubblico per applicazioni civili tra cui, oggi, ritroviamo per l’appunto abbigliamento moto.

La cordura ® presenta buone caratteristiche anti abrasione ma costi e peso più elevati. Altro poliammide sempre noto è il nylon ®.

Per gli smanettoni non solo in moto ma anche sul web, vi invito a cercare un po’ di info sui test effettuati per l’analisi della resistenza dei tessuti. Nome in codice “metodo Martindale”. Buona ricerca a tutti e non dimenticate di postare le vostre impressioni!

*DEKRA Automobil GmbH Handwerkstraße 15, Report sulla sicurezza stradale in moto 2010, pag. 8.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *